18 ottobre 2019 - 16:12
logotype

Fabbricasocietà

Tutele

La Previdenza Complementare

I fondi pensione complementari negoziali, nascono con lo scopo esclusivo di assicurare una più elevata copertura pensionistica, aggiuntiva a quella offerta dal sistema previdenziale (INPS).
I vantaggi dell'iscrizione a questi tipi di fondo sono:

  • Contributo del datore di lavoro, che si somma al contributo del lavoratore, oltre a quello del TFR. Solo chi aderisce al fondo ha diritto a questo contributo che è pari all' 1,2% della retribuzione convenzionale e EDR, altrimenti andrebbe perso.
  • Beneficio fiscale, che si concretizza mensilmente e automaticamente direttamente in busta paga. Esempio, se il lavoratore decide di versare 100 euro, in realtà ne versa al netto solo 71, in quanto usufruirà di un risparmio fiscale di 29 euro, (calcolando l'aliquota applicata al secondo scaglione, 29%). Usufruirà inoltre di una deducibilità fiscale, prevista dal decre­ to 47/2000 nella misura del 12% del reddito complessivo.
  • Minori costi, i fondi pensione negoziali, non avendo fini di lucro, le spese di gestione, risultano molto contenute, rispetto a quelli promossi da altri soggetti vedi ad esempio i fondi pensione aperti.

I fondi di previdenza complementare ai quali i lavoratori metalmeccanici possono iscriversi sono:

  • ARTIFOND, a questo fondo possono iscriversi i dipendenti delle aziende artigiane.
  • COOPERLAVORO, a questo fondo possono iscriversi i soci lavoratori di tutte le cooperative di lavoro, con almeno un mese di iscrizione al libro soci e i dipendenti di cooperative o consorzi di cooperative.
  • FONDAPI, a questo fondo possono iscriversi i dipendenti delle piccole e medie aziende associate ad Unionmeccanica.
  • COMETA, il più grande fondo pensionistico complementare operativo in Italia, a cui possono iscriversi i dipendenti delle imprese associate a Federmeccanica e Assistal, compresi i lavoratori dipendenti del settore orafo argentiero.

Questi fondi, sono espressione diretta del mondo del lavoro, in quanto voluti, gestiti e controllati dagli stessi lavoratori. Il loro unico obiettivo è valorizzato al massimo a fini pensionistici, il risparmio dei lavoratori associati. Aderire ai fondi pensione complementari, è una opportunità da non perdere per tutti coloro che hanno a cuore, sin da ora, il loro futuro pensionistico.

metasaluteIl 21 novembre 2011 Federmeccanica-Assistal e Fim e Uilm, dando seguito a quanto previsto dal CCNL metalmeccanico del 15 ottobre 2009, hanno costituito il Fondo sanitario di categoria denominato "mètaSalute" al fine di assicurare ai lavoratori metalmeccanici che aderiranno, prestazioni sanitarie integrative rispetto a quelle previste dal Servizio Sanitario Nazionale.
Le adesioni al Fondo inizieranno a far data dai primi mesi del 2012, mentre le prestazioni integrative saranno erogate a partire dal 2013.
Sulle modalità di adesione e sulle prestazioni sanitarie di cui i lavoratori aderenti potranno fruire, le parti istitutive del Fondo mètaSalute forniranno dettagliate informazioni dopo la scelta del gestore, prevista entro il mese di febbraio 2012.

Visita il sito www.fondometasalute.it